Crisi Usa-Iran, Trump avverte: pronti a colpire 52 siti

05 gen 2020

"Abbiamo individuato 35 obiettivi americani" tuona l'Iran, "e noi possiamo colpire 52 siti iraniani, tanti quanti gli ostaggi che furono sequestrati nell'ambasciata Usa a Teheran", replica a stretto giro Donald Trump. Lo scontro tra Stati Uniti e Iran diventa di ora in ora sempre più aspro. Una sfida che prelude a scenari di violenza e terrore. Le parti alzano il tiro. Le minacce per adesso si rincorrono via Twitter. "Abbiamo liberato il mondo dal leader dei terroristi iraniano, stava attaccando la nostra ambasciata e stava preparando nuovi attentati" scrive Trump", se l'Iran colpirà qualche americano, diversi siti iraniani, alcuni dei quali molto importanti, saranno colpiti molto velocemente e molto duramente", aggiunge l'inquilino della Casa Bianca che poi conclude: "abbiamo appena speso 2000 miliardi di dollari in attrezzature militari nuove di zecca". Mentre sullo scacchiere mediorientale soffiano venti di guerra, il Pentagono invia altri tremila soldati in Kuwait a protezione degli interessi americani nell'area. Intanto dalle colonne del New York Times rimbalza la ricostruzione degli ultimi concitati giorni che avrebbero portato al raid di Baghdad: il 28 dicembre Trump, dopo l'attacco in cui è morto un contractor americano, aveva respinto l'idea di uccidere il generale Soleimani optando per un raid aereo sulle postazioni di milizie filo-iraniane in Iraq e Siria. Solo dopo, guardando in TV l'assedio all'ambasciata Usa di Bagdad avrebbe deciso, furioso per la soluzione estrema, lasciando esterefatti anche i vertici del Pentagono. Nel frattempo, a Washington e in molte altre città americane, migliaia di manifestanti scendono in piazza per dire no alla guerra in medio Oriente.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.