Elezioni Iran, vince il candidato ultraconservatore

19 giu 2021

Le urne non hanno riservato sorprese in Iran. Come ci si aspettava, dopo i due mandati del moderato Rohani, il Paese ha virato verso destra. A imporsi al primo turno delle presidenziali, secondo i dati ancora parziali diffusi dal Governo, è stato il candidato ultraconservatore Ebrahim Raisi, giudice fondamentalista di 60 anni a capo della Magistratura iraniana e considerato un fedele alleato della Guida Suprema Ali Khamenei. Una vittoria, la sua, che verosimilmente complicherà ancora di più i rapporti con l'Occidente e che contribuirà ad isolare ulteriormente il Paese dalla comunità internazionale. Questo almeno lascia pensare la sua affermazione, su cui è destinata a pesare un'affluenza molto scarsa, al di là dei proclami trionfalistici del regime. La crisi economica, gli effetti delle sanzioni, una classe dirigente percepita come corrotta e incapace di rigenerarsi, hanno tenuto buona parte degli iraniani, e anche questo era atteso, ben lontana dalle urne.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast