Ex modella accusa Trump di averla molestata nel 1997

18 set 2020

Amy Doris è la 26° donna ad accusare Donald Trump di molestie, ma la prima a farlo a ridosso del voto per la sua rielezione. La sua testimonianza è approdata sulle pagine del Guardian e la donna oggi quarantottenne ha raccontato, con dovizia di particolari, quanto accadde nel 1997, in un bagno degli Us Open di New York, dove lei era andata ospite di Trump, assieme al suo fidanzato dell'epoca. Trump ha provata a baciarla e a toccarla, nonostante il suo rifiuto e lei allora raccontò l'accaduto a sua madre, ad alcuni suoi amici e al suo terapista che adesso confermano la sua versione. Non se la sentì però di denunciare e anzi nei giorni successivi alle molestie si trovò ancora in situazioni pubbliche con Trump, che all'epoca era sposato con Marla Maples e non raccontò nulla neanche nel 2016, quando una serie di donne uscirono allo scoperto, svelando abusi e comportamenti inappropriati nell'arco di 40 anni da parte dell'allora candidato repubblicano. Gli avvocati del Presidente hanno smentito quanto accaduto, ma difficilmente queste nuove accuse potranno avere conseguenze sulla campagna elettorale cosi come non le ebbero quattro anni fa. Le priorità al momento sono altre per gli americani, a partire dalla pandemia, passando per la sicurezza fino alla crisi economica con Joe Biden, che non a caso si è presentato ieri ad un dibattito con gli elettori a Scranton, in Pennsylvania, come il vero candidato del popolo e della provincia, definendo invece Trump candidato di Park Avenue. Trump che da parte sua attacca i Dem su tutti i fronti. Il Presidente, che nei sondaggi va molto male fra giovani, ieri, ad esempio, si è scagliato contro l'educazione scolastica, a suo parere troppo di sinistra, annunciando la creazione di una Commissione per promuovere nelle scuole un'istruzione da lui definita patriottica.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.