Fauci rassicura dopo sospensione in Usa del vaccino J&J

14 apr 2021

Sono 6 donne, tra i 18 e i 48 anni. Avevano ricevuto il vaccino meno di due settimane prima, improvvisamente, hanno sofferto di un particolare tipo di trombosi non trattabile con i classici anticoagulanti. Una di loro è morta, un'altra è ricoverata in gravi condizioni. Sei donne su 7 milioni e 200 mila. Ma tanto è bastato, per eccesso di cautela, sottolineano le autorità americane, a consigliare una sospensione della somministrazione del vaccino anti-Covid prodotto della Johnson&Johnson. La Food and Drug Administration e il Centro di Controllo delle Malattie vogliono vederci chiaro, anche se nessun legame causale, tra la reazione immunitaria avversa e l'assunzione del farmaco, è stato dimostrato. Oggi, si riuniranno nuovamente per esaminare i dati, poi potrebbero limitarne l'utilizzo a una più ristretta platea di persone. I centri di vaccinazione di massa e le principali catene di farmacie, di due dozzine di stati americani, hanno accolto l'invito e fermato le iniezioni, offrendo i sieri alternativi e riprogrammando gli appuntamenti. L'approvazione del vaccino Johnson&Johnson era stata accolta come un enorme passo avanti nella lotta al virus che causa il Covid, perché rispetto a quelli sintetizzati dalle case farmaceutiche Pfizer e Moderna, si conserva più facilmente e ne basta una sola dose. Finora però, il suo impiego nella campagna vaccinale statunitense è stato limitato a meno del 5% di tutte le iniezioni. La pausa del suo utilizzo dovrebbe durare pochi giorni e non incidere quindi nel traguardo, annunciato dal Governo di Washington, di vaccinare tutti gli americani adulti, 260 milioni di persone, entro fine maggio. Lungi dal preoccupare le autorità, secondo il direttore dell'Istituto Nazionale di Infettivologia, la sospensione segnala piuttosto l'efficacia dei controlli e la priorità data alla sicurezza. Di propria iniziativa e in via cautelativa, Johnson&Johnson ha sospeso la distribuzione delle fiale per l'Europa, che era appena cominciata.

pubblicità
pubblicità