Fildadelfia, proteste per l'uccisione di un afroamericano

28 ott 2020

Da un lato il monito ripetuto più volte Law and Order di Donald Trump, dall'altro la condanna ad ogni atto di violenza da parte di Joe Biden, perché una crisi di salute mentale non deve finire con morte e scontri, al centro ancora episodi di violenze scoppiate a seguito dell'uccisone da parte della polizia di Walter Wallace, afroamericano di 27 anni con problemi mentali. Siamo a Philadenphia, la città più grande della Pennsylvania, uno degli Stati più importanti tra quelli in bilico, ad una settimana dalle elezioni un fatto come questo rischia di riaccendere l'ondata di protesta antirazzisti in tutto il Paese, come del resto è già successo dopo la morte di George Floyd, lo scorso maggio a Minneapolis. Violenti scontri nella prima notte che sono scoppiati tra dimostranti armati di pietre e mattoni e agenti in assetto antisommossa. A seguito della pubblicazione rigorosamente sui social di un video che ritraeva la sequenza della morte del giovane a West Philadelphia, una zona dominata dalla black community. Il bilancio è stato di 30 poliziotti feriti, almeno 90 persone arrestate, decine di negozi saccheggiati, e auto danneggiate. Un bilancio che però rischia di essere aggiornato, i manifestanti hanno già iniziato il secondo giorno di protesta perché episodi come questi, ingiustificati, non devono essere dimenticati e perdonati.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.