Finisce l'era Merkel, Germania al voto in cerca di stabilità

15 set 2021

Le elezioni politiche tedesche del 26 settembre segnano la fine dell'era Merkel e l'inizio di un nuovo corso, in una campagna elettorale particolarmente insolita è combattuta. "È divertente perché non si capisce ancora chi è avanti, se la SPD o la CDU". "Le persone ancora non sono sicure per chi votare e su ciò che è meglio per la Germania". Con i sondaggi che, seppur fluttuanti, premiano i Socialdemocratici al 25%, di pochi punti sopra i Cristiano Democratici al 22 e con i Verdi che inseguono al 16, il voto postale è iniziato il 6 settembre e la metà degli aventi diritto opterà per questa possibilità. Ma intanto è l'incertezza a dominare, non solo sul possibile vincitore, ma anche sulle alleanze di Governo, con una partita che si giocherà tutta nello spazio politico di Angela Merkel, il "mitte" ossia il centro. "È davvero un disastro senza Merkel, abbiamo tre pessimi candidati Cancellieri". E se i tedeschi soffrono il distacco dalla "Mutti", mamma come la chiamano i più affezionati, non sono i soli, c'è anche lo stesso partito della Cancelliera che sembra incapace di vivere senza la sua Leader, con Armin Laschet che, dopo aver portato i Cristiano Democratici al minimo storico, prova tutte le carte per ribaltare il risultato e non regalare la guida del futuro Governo alla SPD ed Olaf Scholz. "Io spero che vinca Scholz, perché potrebbe darci stabilità avendo già lavorato con Angela Merkel". "Dal prossimo Governo mi auguro stabilità". Dopo sedici anni la Germania è alla ricerca di una nuova guida e sembra chiaro che solo chi garantirà la stessa stabilità di Angela Merkel riuscirà a diventare Cancelliere.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast