Gelo in Usa, decine di vittime e milioni di persone al buio

18 feb 2021

Solo la Florida nelle prossime ore si salverà dalla mortale tempesta polare che sta mettendo in ginocchio gli Stati Uniti. Washington e New York si preparano invece ad affrontarne la furia, anche se dovrebbero essere meno investite del Mid West, dove le vittime del gelo e degli incidenti che ha causato sono ormai nell'ordine delle decine. In Texas, lo Stato più colpito, ci sono ancora almeno 3 milioni di persone senza elettricità, mentre si infiamma la polemica sull'affidabilità della rete energetica locale, anche perché l'ondata di freddo artico era abbondantemente annunciata, è uno degli Stati più ricchi al mondo quello dove le autorità avvertono la popolazione di bollire l'acqua prima di utilizzarla, o in alternativa usare quella imbottigliata. Al buio si prevede resteranno anche un milione di abitanti della Carolina del nord, il prossimo Stato sulla strada del vento artico che è partito domenica da nord ovest e si è esteso su tutto il Paese, graziando finora nel suo viaggio verso l'Atlantico sono la California. I racconti dalle città più colpite sono letteralmente da brividi, gente che abbandona le proprie abitazioni rimaste spente, niente luce, niente riscaldamento, niente hotel dove andare, i rifugi che hanno disperato bisogno di coperte, abiti caldi, torce e batterie e pasti. La Casa Bianca segue la situazione e manda generatori diesel nelle zone senza più corrente, mentre il nuovo segretario all'energia annuncia che la rete dovrà essere ammodernata il prima possibile. Domani l'inviato presidenziale per il cambiamento climatico, John Kerry, si unirà virtualmente al segretario dell'Onu, Guterres, per celebrare il rientro degli Stati Uniti negli accordi di Parigi.

pubblicità
pubblicità