Gerusalemme, scontri nel giorno sacro per ebrei e musulmani

11 ago 2019

Il giorno sacro per entrambe le religioni, ebrei e musulmani, in un luogo simbolo, nel cuore della città vecchia di Gerusalemme, Monte del tempio per gli ebrei, spianata delle moschee per i musulmani, è iniziato con violenti scontri tra palestinesi e forze di polizia israeliane. Gli scontri hanno causato decine di feriti tra loro anche il capo del Consiglio islamico Uadeq Abdel Aziz Salem dove tensioni apice di un crescente rinnovato contrasto tra ebrei e musulmani. Intorno alle 9 e 30 di questa mattina la spianata della moschea di Al-Aqsa nelle celebrazioni dell'Eid e si è riempita di gas lacrimogeni e agenti antisommossa intervenuti per disperdere la folla di musulmani che, dopo la preghiera ha iniziato ad intonare slogan offensivi e cori nazionalisti contro gli ebrei, che a loro volta stavano entrando nel Monte del tempio per celebrare il rito del digiuno del nono mese di Av, innescata la miccia è stato inevitabile il fuoco, violenze nel luogo simbolo delle tre religioni monoteistiche Islam, Ebraismo e Cattolicesimo, ampiamente annunciate e prevedibili per una coincidenza di festività, quella dell'Id al-adha, giorno sacro per i musulmani che segna la fine dell'annuale pellegrinaggio alla Mecca è uno dei 5 pilastri dell'Islam e la Tisha b'Av il giorno di lutto, penitenze digiuno più importante nella religione ebraica in cui fedeli piangono la distruzione del tempio, il primo tempio che sorgeva proprio sul Monte del tempio, devastato da Nabucodonosor nel 500 avanti Cristo, il giorno in cui il corso della storia ebraica coincidono altri lutti sciagure subite dal popolo eletto. Temendo incidenti per la coincidenza delle festività religiose in un primo momento la polizia aveva inibito le celebrazioni ebraiche e l'ingresso dei fedeli sul Monte del tempio ma forti pressioni della destra ultranazionalista hanno spinto secondo fonti di stampa israeliana, il primo ministro Benjamin Netanyahu a dare il via libera alla polizia, che a sua volta ha permesso l'ingresso e il funesto contatto tra i due gruppi religiosi nelle stesse ore un nuovo scontro sulla linea di confine ha fatto un morto tra i palestinesi.

pubblicità