Giornata immunologia, grande alleata contro cancro

29 apr 2019

Ogni giorno in Italia 1000 persone scoprono di avere il cancro e nella stessa giornata nel nostro Paese 500 ne muoiono per una malattia dai 1000 volti, contro la quale una cura definitiva ancora non è stata trovata. Qui finiscono le brutte notizie e l'orizzonte si spalanca alla speranza, perché in Italia si guarisce di più che nel resto d'Europa e perché in Italia le cure sono tra le migliori al mondo grazie alle eccellenze scientifiche Made in Italy e agli Istituti dove mentre si cura si fa ricerca. Nella giornata mondiale dell'immunologia, che ricorre oggi ed è stata istituita ormai 14 anni fa, è importante parlare di come questa affascinante disciplina scientifica rappresenti con la chirurgia, la chemioterapia e la radioterapia un grande alleato dell'oncologia per la lotta ai tumori. L'immunologia è lo studio delle nostre difese immunitarie. Sono i nostri guardiani che tutti i giorni controllano i microbi che ci possono creare problemi, tutti i giorni eliminano le cellule che sono a rischio di diventare tumorali o stanno diventando, creando un problema tumorale. Se ancora oggi per molti non addetti ai lavori non è chiaro cosa studi e come possa applicarsi al campo medico, l'immunologia sta assumendo un ruolo chiave per la salute in generale e in particolare nella lotta ai tumori. L'immunologia è un po' la nuova frontiera nella lotta contro il cancro. Abbiamo scoperto che quando noi abbiamo un paziente con tumore una parte delle nostre difese, una parte dei nostri Poliziotti sono corrotti, sono passati al nemico, e una parte ha i freni a mano tirati e i Poliziotti corrotti tirano i freni a mano. Ecco, questo nuovo modo di vedere, di guardare, al cancro ha aperto la via a togliere alcuni freni alle difese immunitarie. E se abbiamo imparato a togliere due freni alle difese immunitarie per la prima volta abbiamo cambiato la storia naturale di alcuni tumori, come il melanoma. Innamorato della complessità del sistema immunitario, il cui cattivo funzionamento porta malattie sempre importanti, il professor Alberto Mantovani studia ogni giorno l'immunologia applicata all'oncologia, attraverso l'identificazione di nuove molecole e nuove funzioni. A lui si deve la scoperta, grazie agli studi sull'immunità innata, del rapporto tra infiammazione e cancro. Una volta compreso che è colpa di alcune cellule del nostro sistema immunitario, che dovrebbero difenderci se la malattia si diffonde, è grazie alla terapia immunitaria che il cancro oggi fa meno paura. È la nuova frontiera, è il futuro, è la grande speranza per chi fa ricerca, ma soprattutto per chi ha un tumore da combattere. È un po' un continente nuovo a cui ci siamo affacciati, che ha già dato dei grandi risultati. Abbiamo visto cose che non avevamo mai visto e ha grandi promesse.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.