Grecia, 6 morti per una violenta grandinata

11 lug 2019

Alberi sradicati, spiagge devastate, fango e detriti ovunque. Siamo in Grecia, a Porto Carras, una delle maggiori località turistiche nella penisola Calcidica. Nella hall di questo hotel e nell'intera struttura, ci sono ingenti danni. I segni della violenta tempesta di grandine che si è abbattuta qui sono evidenti. Alcune strade sono sbarrate dagli alberi spezzati dalla bufera, un parco giochi è inagibile. Sulle panchine sono caduti i tronchi degli alberi e sono state distrutte. È un paesaggio spettrale, senza anima viva, sono fuggiti via tutti i turisti. Almeno sei di loro hanno perso la vita qui, travolti dalla bufera di vento, pioggia e grandine, che li ha sorpresi all’improvviso. A Kassandra, a 70 chilometri da Salonicco, un turista russo e suo figlio di due anni, sono stati uccisi da un albero caduto sul loro albergo. Una donna rumena è rimasta, invece, schiacciata sotto il tetto di un edificio. Una coppia di turisti cechi è morta perché il vento ha trascinato via il loro caravan, è disperso anche un pescatore sessantenne. La spiaggia di Halkidiki è irriconoscibile. La furia della tempesta non ha risparmiato auto e caravan. Numerosi anche i feriti. Gli abitanti della zona devono fare i conti con i danni alle loro abitazioni. Alcuni tetti sono stati scoperchiati, le tegole sono cadute, i giardini sono devastanti. "È stato qualcosa di inedito, con venti molto forti", ha dichiarato il responsabile della Protezione Civile. Nella penisola Calcidica è stato dichiarato lo stato di emergenza. Per gli esperti è stato un evento del tutto eccezionale in questo periodo dell’anno.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.