Hong Kong, cittadini ripuliscono le strade bloccate

17 nov 2019

Qui siamo a Fulham road e dietro di me l'università di Hong Kong, una delle poche a non essere state occupate in questi giorni, a non essere stata attaccata dalla polizia. Però ci sono delle sacche di protesta ancora. Vedete lì, su quel ponte, ci sono i manifestanti che osservano la situazione perché c'è molta tensione. Oggi qui si sono presentati, e adesso vi faccio vedere, si sono presentati un gruppo di cittadini di Hong Kong, chiamiamoli così, in realtà sono appunto filo governativi, sono quelli che in questi ultimi giorni, insieme ai residenti locali, molti dei quali sono stranieri perché questo è un quartiere residenziale, stanno cercando di ripulire le strade. Insomma, stanno facendo quello di cui accusano il Governo locale, di non fare cioè tenere le strade pulite, mantenere un minimo di ordine, soprattutto la circolazione. Perché, parliamoci chiaro, in questi ultimi giorni la situazione qui è davvero precipitata, il trasporto pubblico è stato interrotto, la metropolitana funziona a singhiozzo, c'è sempre il pericolo di violenze. Adesso vediamo questi signori stanno cercando di rimuovere questo blocco, Questo è un blocco che è stato fatto dai manifestanti nei giorni scorsi, e sono giorni che è qua e loro stanno cercando, un po' così, alla rinfusa diciamo, di rimettere, di rimuovere per consentire un traffico normale. Per ora non c'è violenza, però se ne respira tanta, se ne respira tanto. C'è un'atmosfera che potrebbe precipitare in ogni momento, dal ponte i manifestanti urlano insulti, dicono: "veniteci a prendere, ripulite tanto noi bloccheremo di nuovo" e poi invece da questa parte li continuano a chiamare scarafaggi, usando lo stesso termine che usa la polizia qua. Scarafaggi i manifestanti, cani rognosi i poliziotti. Speriamo che la situazione non precipiti e comunque qui a Hong Kong è sempre così: siamo sempre sull'orlo di un precipizio che potrebbe aprirsi da un momento all'altro.

pubblicità