Il Covid non ferma il Natale a Dubai

26 dic 2021

Babbo Natale, è arrivato anche negli Emirati Arabi, direttamente dalla Finlandia, per parlare coi bambini in visita al più grande evento al mondo, dall'inizio della pandemia, l'Expo di Dubai. Che ha superato in tre mesi, le 7 milioni e mezzo di visite. Ma purtroppo, lo hanno dovuto rimandare a casa in Lapponia anzitempo, perché tornato a far paura anche a Dubai il Covid, oltre 1.300 nuovi casi, il giorno di Natale, più di 600 il giorno prima. Numeri bassi rispetto all'Europa, ma che hanno portato gli organizzatori dell'esposizione universale, a contenere tutte quelle attività a stretto contatto con il pubblico. Sospendendo alcuni spettacoli, incrementando i controlli su tutto il personale, e sui visitatori. Temporaneamente sospese alcune sfilate, e niente lezioni di tango. Come si dice The Show Must Go On. La fiera deve andare avanti, e così si lavora dietro le quinte, per rendere sicura e non far pesare ai turisti l'esperienza ad Expo. Molti dei padiglioni, sono a personale ridotto perché, vengono messi in quarantena i volontari o il personale, che è stato a contatto con dei casi positivi. Poi sanificazione veloce dei locali, e riapertura in sicurezza. "Però, qui tutti con la mascherina assolutamente, grande attenzione, saponi ovunque per disinfettare per pulirsi le mani. Però non la viviamo, con grande preoccupazione". L'aeroporto di Dubai, è tornato a registrare i numeri pre pandemia, previsti oltre un milione e mezzo di turisti per le feste, molti dei quali hanno scelto di passare il giorno di Natale in Expo. Che ha registrato un grosso afflusso di pubblico, sia per il cenone della vigilia, che per il pranzo di Natale. "Buonissimo cibo brasiliano". "Non è un pranzo come s'intende all'italiana, è un pranzo veloce e all'ultimo diamo il panettone col prosecco, a tutti i nostri ospiti ". Al padiglione della Repubblica Ceca, hanno organizzato anche un concorso che ha messo in palio tre Leoni d'oro della zecca ceca .E la notte di Natale i credenti, ad Expo si sono riuniti nell'aria concerti, per ascoltare la musica Gospel e per un momento di raccoglimento e preghiera. "Intorno a noi, si radunano tantissimi cristiani, che provengono da tutto il mondo, e hanno l'opportunità stando lontano da casa dai loro familiari, dai loro cari hanno l'opportunità di creare comunità, di esprimere anche loro fede. Tramite la preghiera comune, tramite i canti natalizi". E tutti i laici, che però amano lo spirito del Natale, si sono riuniti sotto l'albero dell'iconica piazza Al Wasl, illuminato a festa, e con la neve artificiale, dal momento che all'Expo si va in giro a maniche corte anche la sera.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast