Impeachment Trump, battaglia schieramenti su tempi al Senato

20 dic 2019

Non è un attacco contro di me è un attacco contro di voi. Donald Trump apre con questo tweet la giornata dopo l'impeachment. La difesa del Presidente non si sposta Di una virgola ed è una diffusa che passa per l'attacco. Anzitutto ai democratici, rei. Secondo Trump di veder sminuito un istituto importanti come l'impeachment e di portare avanti una battaglia esclusivamente politica, che ha, come fine ultimo, di sovvertire il volere degli elettori. Non solo, decide anche di ricevere alla Casa Bianca i pochissimi democratici che non hanno votato a favore della messa in stato d'accusa e ufficializza il passaggio di uno dei loro, il deputato del New Jersey, Jeff Van Drew, al partito repubblicano. La battaglia d'altronde, dopo il voto alla Camera è tutt'altro che finita. Anzi, sembra appena cominciata. Il presidente sa bene che al Senato, visti i numeri e la maggioranza repubblicana, sarà assolto. Ma questo passaggio potrebbe essere comunque meno semplice di quanto ci si aspetti. La speaker della Camera, Nancy Pelosi, infatti, non intende inviare subito impeachment al Senato, almeno finché maggioranza e opposizione non si saranno messi d'accordo su come procedere. I repubblicani vogliono fare in fretta, mentre i Dem sperano di poter sentire nuovi testimoni. Così da trascinare la questione impeachment anche quando la campagna elettorale è entrata nel vivo. Trump, da parte sua, accusa la Pelosi di aver paura del risultato scontato al Senato. E a chi gli chiede come si sente ad essere stato il presidente della storia sotto impeachment risponde così. Di certo questo 2019 con l’impeachment si chiude con una politica americana estremamente polarizzata e divisa. Uno specchio di quello che accade, d'altronde, in tutto il Paese. E non fa ben sperare rispetto al 2020, che per di più è un anno elettorale. New York.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.