Incendio in un palazzo a Parigi: 3 morti

22 giu 2019

Un risveglio da paura e la memoria che in pochi istanti è tornata al rogo, che pochi mesi fa ha devastato la cattedrale di Notre-Dame. Stava albeggiando quando nell'undicesimo arrondissement, nel cuore di Parigi, sono divampate le fiamme in un edificio di sei piani, costruito negli anni 70. il Palazzo ospitava un ristorante, un bagno turco e varie abitazioni. Le fiamme si sono propagate nella tromba delle scale, poi nel ristorante. I danni più gravi sono stati rilevati nel bagno turco. L'incendio si è poi esteso anche su altri due edifici di quattro piani ciascuno. Immediato l'intervento dei vigili del fuoco. Sul posto sono arrivati 50 mezzi e 200 uomini che hanno messo in campo tutti i dispositivi di sicurezza. Le persone sono rimaste nelle loro case e hanno chiuso le porte, e aspettato che i pompieri dessero l'ordine di uscita, a seconda delle priorità. A quanto riferito dal portavoce dei vigili fuoco non tutti gli sfollati potranno tornare rapidamente nelle loro case, dato che i loro appartamenti sono stati danneggiati dal fumo e dal fuoco. Le persone tratte in salvo sono uscite di casa a piedi nudi, sotto choc. Le loro testimonianze sono drammatiche. Svegliati dall'odore acre del fumo. I residenti hanno detto di aver visto un'enorme colonna nera che avvolgeva il Palazzo, hanno raccontato di urla e rumori. Il bilancio purtroppo è grave. Tre persone sono morte, due carbonizzate, E una donna che ha perso la vita lanciandosi nel vuoto, nel tentativo di salvarsi. Altre 27 persone sono rimaste ferite leggermente. Le cause sono ancora tutte da chiarire. La procura della capitale francese ha aperto un'inchiesta e l'area è stata messa sotto sequestro.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.