Iran, cresce tensione per sequestro petroliera britannica

21 lug 2019

La tensione resta altissima nel Golfo Persico. La Gran Bretagna e l'Iran continuano ad attaccarsi duramente a parole, dopo il sequestro da parte di Teheran della petroliera britannica Stena Impero con 23 persone a bordo. È muro contro muro. Da un lato c'è Londra, che esprime, per bocca del Ministro degli Esteri Jeremy Hunt, estremo disappunto per l'accaduto e minaccia risposte ponderate ma forti, mettendo in discussione la sicurezza dello stretto di Hormuz per il commercio internazionale. Dall'altra parte c'è Teheran che accusa il cargo britannico di aver violato le norme sulla navigazione, speronando un peschereccio e, pur assicurando di non volere un conflitto, avverte di non avere alcuna intenzione di chinare il capo. Inoltre invoca la reciprocità rispetto al fermo due settimane fa, Gibilterra, del suo mercantile Grace 1. C'è chi sospetta infatti che l'Iran possa aver reagito a questo gesto. In mezzo, il resto del fronte occidentale, che prende le parti del Regno Unito. Germania e Francia hanno esortato le autorità iraniane a rilasciare la petroliera britannica, il cui sequestro esaspera pericolosamente uno scenario già in fibrillazione, mentre gli Stati Uniti non cessano di inviare moniti minacciosi alla Repubblica Islamica. La Stena Impero attualmente si trova ancorata davanti al porto iraniano di Bandar Abbas. Le 23 persone a bordo, tra indiani, russi, lettoni, e filippini sarebbero in buone condizioni di salute, come ha riferito la TV iraniana. Teheran ha annunciato l'apertura di un'inchiesta sull'incidente. Intanto le autorità saudite hanno liberato una petroliera iraniana bloccata a Gedda da maggio. Le autorità di Riad, secondo quanto riferito, non avevano permesso alla nave di lasciare il porto a causa di una carelle sul pagamento dei costi di riparazione dell'imbarcazione. La superpetroliera trasportava oltre un milione di barili di greggio.

pubblicità

Vuoi vedere altro ?

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.