Iran-Usa, il Papa: scongiurare conflitto di più larga scala

09 gen 2020

Incontra i rappresentanti di 183 Stati che hanno rapporti diplomatici con la Santa Sede, Papa Bergoglio, e con loro ripercorre le tappe dei viaggi del 2019, toccando diversi temi propri di ogni Paese. La preoccupazione per i conflitti, il desiderio di pace e speranza, ma anche l'urgenza di far capire ai politici che il pianeta è in crisi e poi la catastrofe in Australia, così colpita dai roghi. Papa Francesco non dimentica nulla e nessuno. “Particolarmente preoccupanti sono i segnali che giungono dall'intera Regione, in seguito all’innalzarsi della tensione fra l’Iran e gli Stati Uniti e che rischiano anzitutto di mettere a dura prova il lento processo di ricostruzione dell’Iraq, nonché di creare le basi di un conflitto di più vasta scala, che tutti vorremmo poter scongiurare”. È un lungo discorso, che passa dagli abusi sui minori alla violenza sulle donne e che dice il Santo Padre “Distrugge il progetto di Dio”, ma c'è spazio anche per parlare dei cambiamenti climatici, cosi invocati dai giovani e così poco considerati dalla politica e per un pensiero di affetto e vicinanza al popolo australiano, così colpito dai roghi. “Purtroppo l'urgenza di questa conversione ecologica sembra non essere acquisita alla politica internazionale, la cui risposta alle problematiche poste da questioni globali, come quella dei cambiamenti climatici, è ancora molto debole e fonte di forte preoccupazione”. Speranza è la parola che più volte ha citato nel corso del suo intervento, “Sperare esige realismo” sono le parole di Papa Bergoglio, “Esige consapevolezza e coraggio. Speranza è la virtù che ci mette mette in cammino - ripete - e ci dà le ali per andare avanti, anche quando gli ostacoli sembrano insormontabili”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.