Israele, oggi le primare nel Likud

26 dic 2019

Nelle immagini che vedete è il momento in cui il leader del Likud, il premier israeliano uscente Benjamin Netanyahu abbandona un incontro pubblico del partito ad Ashkelon, cittadina a una dozzina di chilometri da Gaza, spesso nel mirino dei razzi che partono dalla Striscia. L'ultimo è piovuto dal cielo, la sera di Natale, costringendo il premier a lasciare il palco insieme alla moglie Sara e a raggiungere un luogo sicuro. Il sistema antimissilistico Iron Dom é entrato in azione. Il razzo non ha causato danni alle persone o alle cose ma ha provocato scompiglio nelle primarie del Likud, al momento non c'è stata alcuna rivendicazione ufficiale da parte di nessun gruppo militare, è la seconda volta in pochi mesi, era già successo a settembre, che Netanyahu è costretto a lasciare un comizio a causa di razzi provenienti dall'enclave palestinese. L'altra volta ad essere colpita era stata Ashdod, proprio riferendosi a quell'episodio il premier ha detto: "chi ha sparato la volta scorsa non c'è più, riferendosi al leader militare della Jihad islamica Baha Abu al-Hata, ucciso da Israele nel novembre scorso. Chi ha cercato di mettersi in mostra oggi, ha avvertito poi, può cominciare a fare le valigie. La reazione di Israele a questo nuovo atto di aggressione non si è fatta attendere. L'aviazione ha colpito in serata, obiettivi militari nella striscia di Gaza. Per lo stato ebraico si tratta di un nuovo periodo di campagna elettorale, perché anche a seguito delle ultime recenti votazioni, le seconde in pochi mesi, non si è riusciti a formare una maggioranza. In particolare oggi oltre 100000 membri del Likud sono chiamati alle urne per decidere in vista delle elezioni politiche di marzo, se restare ancora sotto la guida di Netanyahu, oppure affidare adesso le redini del partito al suo sfidante, l'ex ministro dell'interno Gdeon Sa'ar. Nella sua campagna elettorale Sa'ar ha puntato sul fatto che quest'anno, per due volte, Netanyahu non è riuscito a formare un Governo a causa dello stallo nei rapporti di forza con il partito centrista blu bianco.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.