Juan Carlos, la scelta dell'ex monarca divide governo

06 ago 2020

Non corre nessun pericolo per la vicepresidente del Governo, Carmen Calvo, è stato un gesto indegno per il secondo vicepresidente, Pablo Iglesias. La scelta del Re emerito Juan Carlos I, di lasciare il Paese divide il Governo. L'ex monarca ha varcato i confini della Spagna domenica per la pressione dovuta alle inchieste sulle presunte tangenti che lo vedono coinvolto. Non risulta indagato Juan Carlos, che ha concordato l'uscita dal Paese con il figlio, il re Felipe VI. Ha trascorso quasi certamente le ultime ore in Galizia, il re emerito, e si pensa abbia raggiunto poi il Portogallo, è ancora mistero sulla destinazione attuale. Di certo, fa sapere la casa reale non sarà il Paese dove si trova orala sua residenza definitiva. Allontana ogni ipotesi di dibattito tra monarchia e Repubblica, Pedro Sánchez, che respinge così le richieste di Podemos e i suoi alleati di Governo, il patto istituzionale è in vigore, ha ribadito il premier spagnolo e dunque, la monarchia costituzionale. Vado via per salvare la monarchia ha detto l' 82enne che ha abdicato nel 2014 a favore del figlio le diverse indagini, in particolare sui 100 milioni di euro ricevuti su un conto svizzero per conto di una Fondazione panamense legata alla monarchia Saudita e la presunta tangente di 80 milioni che Juan Carlos avrebbe intascato per affidare ad un consorzio di società spagnole, l'appalto per la costruzione della linea ferroviaria La Mecca-Medina, hanno gettato diverse ombre sul re emerito. La sua decisione di andare via divide il Governo, ma anche l'opinione pubblica.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.