Kashmir isolato, blackout delle informazioni nella regione

06 ago 2019

Il Kashmir è isolato, il blackout totale imposto da domenica su internet, linee fisse e mobili, rende impossibile capire cosa stia realmente accadendo nelle varie province della regione. In questo clima di crescente tensione, nessuno riesce a mettersi in contatto con gli abitanti della vallata. Il Governo dello Stato di Jammu e Kashmir ha invitato i turisti e i pellegrini a lasciare immediatamente il territorio, a causa delle minacce terroristiche segnalate dai vari servizi di intelligence. A quanto riferisce la BBC sarebbero circa 20.000 i pellegrini indù e i turisti che avrebbero cominciato a lasciare la regione. Dal 1989 nel Kashmir indiano infuria un'insurrezione separatista costata la vita a 70.000 persone, perlopiù civili. Nova Delhi accusa il Pakistan di sostenere segretamente i gruppi armati che operano nella valle settentrionale di Srinagar, accuse che Islamabad ha sempre respinto con forza. Il Pakistan risponde accusando il Governo indiano di utilizzare bombe a grappolo, colpi di mortaio e artiglieria contro i civili. Sin dalla sua creazione nel 1947 la regione, i cui abitanti sono a maggioranza musulmana, è stata contesa tra India e Pakistan. Entrambi i Paesi, infatti, rivendicano la totale sovranità sulla regione e non hanno intenzione di cedere di un passo, dicendosi pronti a sostenere costi elevati.

pubblicità