L'Europa e i nuovi lockdown contro il Covid

31 ott 2020

Francia, Gran Bretagna, Belgio, ma anche Germania, Spagna e Austria. Il virus continua la sua corsa costringendo ancora una volta gli stati a nuove restrizioni. La Francia, dove da giovedì è in vigore lock down nazionale è vicina ai 50000 casi giornalieri. Parigi una città fantasma, ma la maggioranza dei francesi secondo alcuni sondaggi è favorevole alla politica del rigore del Presidente Macron. Di lock down nazionale si è tornato a parlare anche in Gran Bretagna. Il premier Johnson di fronte ai numeri, oltre 24000 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, sarebbe infatti pronto ad annunciare misure molto più severe. Lock down alle porte anche in Belgio, i contagi sono cresciuti in una settimana del 38%. Dal 2 novembre tutti i negozi non essenziali saranno chiusi per un mese e mezzo. Lo stesso accadrà con le professioni da contatto, come parrucchieri ed estetisti. Chiuse anche le scuole fino al 15 novembre. Misure da ultima possibilità, ha sentenziato il premier. La Spagna invece, dove è stato raggiunto il nuovo record di quasi 26000 contagi, dove sono state chiuse 10000 classi dall'inizio dell'anno scolastico, spera ancora di scongiurare la chiusura totale, mentre in Austria il governo nelle prossime ore annuncerà lo stop ai ristoranti, cinema, teatri, matrimoni, nonché il coprifuoco dalle 20 alle 6. Le scuole resteranno aperte e saranno rafforzate le forze di polizia. Questo in Europa, ma se guardiamo oltreoceano i numeri non lasciano scampo in America Latina e Caraibi, la zona più colpita dalla pandemia, sono oltre 400000 i morti a causa del virus, mentre gli Stati Uniti registrano un nuovo record di contagi in 24 ore, oltre 94 mila.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.