Londra, attacco al simbolo della democrazia occidentale

22 mar 2017

Quasi mille anni di democrazia pesano sui mattoni ocra e le guglie appuntite del Palazzo di Westminster. È il simbolo della divisione dei poteri, del sovrano che deve piegarsi alla volontà dei rappresentanti del popolo, il King-in-Parliament, che è la negazione di ogni monarchia assoluta, di ogni dittatura, di ogni potere senza controllo. Chiunque abbia voluto colpire questo edificio sapeva perfettamente che andava a ferire il simbolo stesso della democrazia occidentale. Come il Bataclan era il simbolo delle libertà, come Nizza era l’attacco alla Festa della rivoluzione e delle famiglie. La Gran Bretagna non ha una costituzione scritta, quasi a dire che ci sono valori che vanno conquistati giorno per giorno, senza darli mai per scontati. Ma sai quant’è corta adesso la nostra memoria, spappolata fra populismi veri e presunti, demagogie, corruzioni, finte libertà. Nel Palazzo di Westminster si entra come turisti curiosi, forse devoti. Qui hanno vissuto glorie e disonori tanti leader, da Gladstone a Eden, da Thatcher a Blair. Sui banchi verdi della Camera dei Comuni sono andati in scena per secoli il dramma e la commedia della rappresentanza, scontri verbali, duelli dialettici, voti a sorpresa, intrighi, dichiarazioni, doppie verità e giravolte. Il teatro della politica, ma anche il cuore forte del nostro sistema, che sarà sicuramente in crisi, tutto da ridisegnare e da ripensare, senza malinconie, ma come diceva un signore che quegli scranni ha frequentato a lungo, Winston Churchill, la democrazia è la peggior forma di governo, eccezion fatta per tutte quelle forme che si sono sperimentate fino ad ora.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.