Luna 50, una Moonight per celebrare lo sbarco

05 lug 2019

“Molto evocativo pensare, quando uno poi è uscito e guardavo su, vedere la Luna dalla Terra e pensare che c'era qualcuno che ci stava camminando sopra, è un'emozione incredibile!” In principio è stato Apollo, l'11 per l'esattezza, e, come il Dio del Sole e di tutte le Arti, è stato proprio lui a portare sulla Luna i primi uomini, tre astronauti statunitensi, Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins, che, però, rimase in orbita lunare perché pilota del modulo di comando. Era il 20 luglio 1969. Oggi, a distanza di 50 anni dal primo allunaggio, c'è la volontà di riportare nel 2024, sulle sabbie lunari, un uomo e una donna e di costruire una stazione spaziale in orbita. Il progetto si chiama “Artemis” come Artemide, sorella gemella di Apollo, dea della caccia e, soprattutto, una delle tre personificazioni della Luna. Una sfida congiunta NASA, ESA, Agenzia Spaziale Europea, e ASI, Agenzia Spaziale Italiana, con un finanziamento aggiuntivo di altri 1,6 miliardi di dollari ai 21 già stanziati per l'Agenzia Spaziale Americana che vede l'Italia in un ruolo centrale per ricerca e tecnologia. “L'Italia ha un'esperienza, una capacità e una competenza abbastanza unica, soprattutto per quelli che sono i moduli cosiddetti pressurizzati, gli ambienti dove gli astronauti possono soggiornare, anche per brevi periodi.” Ed è proprio il progetto “Artemis” ad essere al centro della Moonight, una festa evento al Museo Nazionale di Scienza e Tecnologia di Milano. “Questi sono quegli episodi che qualificano quella grande curiosità di crescere, di capire, di volere dell'essere umano che ci fa quello che siamo, nel bene e nel male, ma in questo caso è stato un episodio straordinariamente positivo.” Aspettando il 2024, ci accompagnano le parole di Eugene Cernan, comandante della missione Apollo 17 e ultimo uomo sulla Luna: “Ce ne andiamo come siamo arrivati e così torneremo, se Dio vuole, con la pace e la speranza per tutta l'umanità.”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.