Maddie, tedesco sospettato anche in altro caso

05 giu 2020

La Germania e il Portogallo, la Sassonia e l'Algarve, per più di 25 anni, Christian Brueckner, il quarantatreenne tedesco, sospettato di aver rapito e ucciso Madeleine McCann, la bambina scomparsa nel 2007 mentre era in vacanza con la famiglia sulla costa portoghese, ha fatto da spola da un Paese all'altro. In Algarve è arrivato la prima volta a 18 anni, per sfuggire ad una condanna per abuso sessuale nei confronti di un minore. Accusato di pedopornografia e pedofilia, spaccio e contraffazione, è stato arrestato diverse volte negli anni. Il sospetto è che abbia rapito ed ucciso Maddie nel maggio del 2007, quando la bambina è scomparsa dalla stanza del resort, dove dormiva con i fratellini. Di certo, l'uomo, viveva non lontano da lì in quel periodo, ma al momento il materiale probatorio non è sufficiente per un'incriminazione, specificano gli investigatori, mentre indagano su un caso simile. La scomparsa, nel 2015, di una bambina tedesca di 5 anni, in quei giorni, Brueckner si trovava non lontano dal luogo in cui la bimba fu vista per l'ultima volta. Dall'anno scorso, il presunto assassino, sta scontando in un carcere tedesco una pena 7 anni per aver stuprato una turista americana di 72 anni nel 2005, in Algarve. Si tratta di sviluppi molto significativi, hanno commentato i McCann, tramite il loro avvocato, una svolta frutto della cooperazione di tre forze di polizia che potrebbe determinare la fine di una storia lunga 13 anni, anni di segnalazioni e calunnie, 13 anni in cui sono stati messi sotto accusa i genitori, poi scagionati, 13 anni nei quali non si è mai smesso di cercare e sperare.

pubblicità
pubblicità