Maradona, il lutto dell'Argentina per il Pibe de Oro

26 nov 2020

Hasta siempre, Diego! La nazionale di calcio Argentina lo saluta come 'eterno', mentre il Presidente della sua patria, Alberto Fernandes, commenta la morte di Diego Armando Maradona, con le stesse parole che potrebbe usare ogni altro argentino. Sono devastato, è la peggior notizia che potessimo ricevere. Lo amavamo. Eccoli, gli altri argentini che salutano commossi il loro più grande campione, simbolo del riscatto, delle fragilità dell'intero continente, più che della sola nazione. Sembrano confusi, a tratti rabbiosi, mentre corrono verso la casa Rosada del Palazzo presidenziale, dove è stata allestita la camera ardente, senza sapere però contro chi rivolgere la rabbia di averlo perso. Non può essere spiegato come ti facesse sentire Diego quando giocava Diego. Era la ribellione, la felicità, tristezza e ribellione. Ed oggi tutti ci sentiamo come se ci fosse morto una madre o un padre, una persona che amavamo. Così mi sento io. Racconta quest'uomo, mentre un altro spiega: Diego appartiene al popolo, all'Argentina, Diego appartiene al nostro Paese. Alla fine dunque, è però probabilmente ancora la Selecciòn che in un filmato pubblicato su Twitter, riassume il sentimento di un'intera nazione. Diego, sono argentino ed oggi ho bisogno di stare accanto ad un altro argentino, per non sentire così tanto la tua mancanza.

pubblicità