Matrimoni gay, la Svizzera dice di sì con il referendum

28 set 2021

64,1% di sì contro il 35,9 di no. Con questi numeri gli svizzeri hanno risposto al referendum, pronunciandosi favorevolmente all'apertura del matrimonio civile per tutti, comprese le coppie omosessuali che non solo potranno così sposarsi ma anche adottare congiuntamente un bambino. Le coppie di donne avranno il via libera per accedere alla procreazione medicalmente assistita tramite la banca del seme. Mentre donazioni anonime donazione di ovuli e ricorso a madri surrogate il cosiddetto utero in affitto restano vietate. Prevista anche una procedura di naturalizzazione agevolata se uno dei due coniugi è di nazionalità straniera. Una lunga battaglia che ha portato alle urne il 51,92% dei votanti con un'affluenza elevata in particolare nelle città. Tutti i 26 Cantoni e semi cantoni della confederazione anche quelli storicamente conservatori, si sono espressi positivamente record approvazioni a Basilea, dove i si hanno raggiunto il 73,96%. Il comitato dei favorevoli al matrimonio per tutti ha definito il risultato come un'importante pietra miliare della storia di diritti in Svizzera, dal lato opposto invece il fronte dei contrari parla di un giorno nero per il benessere dei bambini che ora non avranno più diritto a crescere con un padre e una madre. Un progetto di legge sulle nozze omosessuali al termine di accesi dibattiti, aveva già ottenuto l'ok nello scorso Dicembre con il sostegno del Governo Federale, poi la raccolta delle necessarie 50.000 firme promossa dei partiti conservatori e il referendum per rimettere in discussione la norma. Ma la volontà popolare ha confermato quanto già approvato dal Parlamento.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast