Migranti, Berlino ne accoglie 1500 in fuga da Lesbo

16 set 2020

Ha prevalso di nuovo la linea della cancelliera Angela Merkel, la Germania accoglierà altri mille 553 migranti dalle isole greche, che si aggiungeranno ai 150 minori non accompagnati a cui Berlino aveva già aperto le porte la scorsa settimana. I migranti, che arriveranno sul suolo tedesco, sono già stati riconosciuti idonei alla protezione internazionale. Da parte sua, il Governo greco, ha già avvertito che l'incendio doloso nel campo per richiedenti asilo di Moria sull'isola di Lesbo, che aveva lasciato migliaia di persone senza un tetto, non deve rivelarsi un modo per raggiungere altri Stati UE, evitando le procedure di asilo. L'accordo raggiunto dalla coalizione di Governo è un compromesso tra la linea dell'accoglienza incondizionata, rappresentata dal partito socialdemocratico, e da quella più oltranzista con a capo il Ministro della Salute, Jens Spahn, che vorrebbe evitare il ripetersi della situazione del 2015, quando la Germania accolse un milione di rifugiati dalla Siria dopo il famoso discorso in cui la cancelliera Merkel disse: “Wir schaffen das”, ce la facciamo. Il Governo tedesco si è anche impegnato a dare un aiuto concreto alla Grecia per la costruzione di un nuovo campo profughi sull'isola di Lesbo e a cercare una soluzione europea di lungo termine che metta d'accordo i diversi Stati o punti alla formazione di una coalizione di Paesi disposti ad accogliere i migranti e ad alleggerire lo sforzo fatto dal Governo ellenico negli ultimi anni. “La Grecia merita sostegno”, ha dichiarato Merkel, a cui ha fatto eco il Ministro dell'Interno, Horst Seehofer, che ha criticato l'atteggiamento di alcuni Paesi europei sulla politica migratoria comune. La paura del Governo è che la Germania diventa il sonderfall, il solo Paese dell'accoglienza tra gli Stati nord europei.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.