Migranti, rimpallo di accuse tra Londra e Parigi

25 nov 2021

Il giorno dopo la morte nel Canale della Manica, di almeno 27 migranti compresi donne e minori. Il Presidente francese Emmanuel Macron, da Zagabria dove si trova in visita, chiede maggiore collaborazione. Non solo da parte dell'Unione Europea, ma anche del Regno Unito. Ma anche su cosa si intenda per collaborazione, Parigi e Londra non sembrano in grado di intendersi. Un portavoce del Premier britannico Boris Johnson ha ricordato, come il Regno Unito abbia più volte offerto l'invio di agenti inglesi, per aiutare quelli francesi a pattugliare le loro coste. Offerta fin qui respinta al mittente. Per quanto riguarda l'Europa, è previsto per domenica a Calais, un vertice dei Ministri dell'Interno. Che comprende oltre Francesi e inglesi anche tedeschi, belgi, olandesi e Commissione Europea. Il Ministro Britannico Priti Patel, sempre più sotto pressione, soggetta a critiche spesso feroci. Intervenendo alla Camera dei Comuni, ha chiesto una risposta internazionale coordinata. Solo nella giornata di mercoledì, nelle stesse ore in cui il mare restituiva i corpi senza vita dei naufraghi. Circa 600 persone hanno raggiunto le bianche scogliere inglesi, quasi 26 mila persone sono giunte in maniera clandestina in Inghilterra nel 2021. Un numero, tre volte superiore a quello del 2020, e dieci volte più grande 2019. Che le richieste di asilo nel Regno Unito hanno raggiunto il livello più alto da quasi vent'anni.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast