Migranti, Minniti incontra al Viminale sindaci Sud Libia

26 ago 2017

Mentre il numero dei migranti sbarcati sulle nostre coste continua a calare – nel 2016, ad agosto ne arrivarono oltre 21.000, quest’anno, ad ora sono 2.800 – il governo seguita a stringere e a irrobustire i rapporti con la Libia. Stamane, il ministro dell’interno, Marco Minniti, riceverà ancora al Viminale i sindaci del sud del Paese, una rappresentanza delle diverse etnie e tribù di quell’area. Un nuovo giro di consultazioni che fa parte della strategia di dialogo inaugurata, all’inizio dell’anno, dall’esecutivo, e tesa alla pacificazione delle diverse fazioni, anche con aiuti economici a fronte di un impegno comune per contrastare i traffici di migranti. Il risultato di questo incontro e degli altri precedenti sarà portato dal Governo al vertice di lunedì a Parigi, cui saranno presenti non solo i leader di Francia, Germania e Spagna, ma anche il premier libico al-Sarraj e i presidenti di Niger e Ciad, due dei Paesi al confine sud della Libia da cui i migranti partono alla volta della costa e quindi dell’Italia. La crisi migratoria nel Mediterraneo, irrisolvibile senza una stabilizzazione della Libia, sarà infatti è il dossier più importante della riunione convocata dal presidente Macron, che allo scopo, lo scorso luglio, riunì, sempre a Parigi, al-Sarraj e il comandante dell’esercito libico Haftar, escludendo l’Italia dall’iniziativa diplomatica.

pubblicità
pubblicità