Morte Filippo, no a funerali di Stato per sua volontà

09 apr 2021

Se ne è andato lontano dai clamori protetto dalla pace del Castello di Windsor, dove insieme alla consorte di una vita, la Regina Elisabetta II si era rifugiato a inizio della pandemia. Non ha mai voluto troppo chiasso il Principe Filippo intorno a sé e anche per il suo funerale lo aveva chiesto "no fuss" niente chiasso, per questo oltre che per le restrizioni ancora in vigore a causa della pandemia al termine degli otto giorni di lutto non ci saranno i funerali di stato, ma solo una cerimonia privata nella Cappella di St. George e onori militari per l'uomo che ha dovuto rinunciare a una brillante carriera per stare sempre due passi indietro rispetto alla monarca più longeva di sempre. Uniti per 73 anni sopra ogni cosa da un fortissimo senso del dovere. É stata la Regina stessa a dare la notizia della scomparsa dell'amato consorte, della sua roccia. In un altro comunicato di Buckingham Palace si è invitata la popolazione, sempre a causa del Covid, a non recarsi davanti al Palazzo a portare i fiori, a pensare ad opere di bene, ma ovviamente i fiori non sono mancati. Da tutto il mondo sono giunte le condoglianze di capi di stato e di governo cordoglio espresso in patria dal primo ministro Boris Johnson, dal leader dell'opposizione laburista Keir Starmer, dai First Minister di Scozia, Irlanda del Nord e Galles. Il Parlamento si è riunito in una sessione straordinaria interrompendo prima la pausa Pasquale, sospesa la campagna elettorale per le elezioni in Scozia e per il sindaco di Londra previste a Maggio. Nessuna legge verrà approvata durante il periodo di lutto, Filippo verrà sepolto nel Frogmore Gardens, dove riposa la Regina Vittoria e il Principe Alberto.

pubblicità
pubblicità