Morte Floyd, a Los Angeles l'altra faccia delle proteste

06 giu 2020

Anche oggi sono continuate le proteste in tutta la California inclusa Los Angeles, a Hollywood ci sono stati momenti di tensione, dopo alcuni giorni di proteste pacifiche, a causa dell'ennesima violenza da parte di un agente della polizia di Buffalo nello stato di New York, che intenzionalmente, senza motivo, ha spinto una persona di 75 anni parterre, ma che ora è in fin di vita in ospedale. Los Angeles è anche diventata il simbolo dell'altra faccia delle manifestazioni, quelle della disuguaglianza sociale, in un'America che ha forti radici capitaliste e dove tutto è privato, ad iniziare dall'istruzione e poi dalla sanità. L'area metropolitana di Los Angeles è la più grande degli stati Uniti, ma anche quella con il più alto numero di poveri e di benestanti che vivono sotto lo stesso tetto in una difficile convivenza e in condizioni molto diverse tra loro. Mentre il feudo del mondo del cinema, sempre in prima linea e portavoce di ogni causa tace, l'altra faccia di Hollywood, quella che non si vede sul grande schermo, è per le strade a protestare. Con i suoi 14 milioni di abitanti, la contea è nota da sempre per la drastica diversità di classe sociale, dove migliaia di persone non hanno altra scelta se non avere due o più lavori per arrivare a fine mese, poi si è aggiunta la pandemia e mesi di lock down che hanno fatto il resto insieme la morte di George Floyd che è stata la miccia per dire basta, ora siamo stufi della violenza della polizia, ma anche della forte diversità di classe sociale e in milioni sono scesi in piazza. Intanto il sindaco Garcetti è corso ai ripari e ha tagliato milioni di dollari alla polizia per investirli in aiuti finanziari alla popolazione. La devastazione e i saccheggi di questi giorni non sono giustificabili e si sono bloccati perché è arrivato l'esercito in città. Ma la situazione è tutt'altro che pacifica e le violenze potrebbero riprendere in ogni momento.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.