Morti nel tir in Uk, ultimo messaggio di una vittima: muoio

26 ott 2019

Con l'ultimo respiro ha mandato un messaggio alla mamma. Pam Titramin una ragazza vietnamita di 26 anni prima di morire ha scritto: sono veramente molto dispiaciuta, mamma e papà, il mio viaggio verso una terra straniera è fallita. Sto morendo, non riesco a respirare. I genitori hanno letto l'ultimo messaggio della figlia, senza poter far niente. Pam era uno dei 39 corpi ritrovati all'interno del tir dell'orrore. Il camion dei migranti clandestini trovato nella piazzola di un porto inglese a est di Londra, col suo carico di morte. Mentre la polizia ha arrestato altre tre persone oltre all'autista, il quarto uomo è stato infatti fermato all'aeroporto di Stansted, tutti sospettati di traffico di esseri umani. Le autorità e i media cominciano a far trapelare qualcosa sull'identità di chi, rincorrendo il sogno di una vita migliore, ha fatto una fine atroce. Pam aveva pagato 30000 sterline ai trafficanti per farsi portare in Gran Bretagna, racconta ora il fratello. Era partita dal Vietnam il 3 ottobre prima volando in Cina, dove è rimasta un paio di giorni, quindi da lì fino alla Francia. Ci ha chiamati ogni volta che raggiungeva una nuova destinazione. Ha compiuto il primo tentativo di attraversare la Manica il 19 ottobre ricorda, non sappiamo da quale porto, ma è stata scoperta e rimandate indietro, ci aveva detto di non chiamarla perché i trafficanti non le permettevano di ricevere telefonate. Non è chiaro ora se la ragazza sia soffocata per mancanza d'aria o secondo un'altra versione, se sia morta congelata nel container dove la temperatura poteva scendere fino a 25 gradi sotto zero. Resta quel messaggio terribile definitivo.

pubblicità