New York, schianto a Manhattan: morto pilota elicottero

11 giu 2019

“Per un attimo abbiamo rivissuto l'incubo dell'11 settembre”. È questo quello che raccontano i testimoni, che ieri si trovavano all'interno dell'edificio su cui, verso l’ora di pranzo, si è schiantato un elicottero. Il fumo, gli allarmi che suonano, i pompieri e la polizia che bloccano la strada nel cuore di Manhattan, non lontano dalla Trump Towers. Alla fine, miracolosamente, solo il pilota è rimasto ucciso, probabilmente tentando un atterraggio di emergenza, a causa del maltempo, sul tetto di questo grattacielo di oltre 50 piani, in cui ha sede la Compagnia di Assicurazioni Axa, e la banca francese Bnp Paribas. L'edificio è stato evacuato, i Vigili del fuoco, anche grazie alla pioggia che cadeva con forza, sono riusciti a domare l'incendio che era divampato dopo lo schianto, in poco tempo. Alla guida del veicolo, decollato appena 10 minuti prima dell'incidente, da un eliporto ad Est della città, c'era Tim McCormack, un pilota esperto, che lavorava per Daniele Bodini, un italiano che si è trasferito negli Stati Uniti negli anni 70, e che viene considerato uno dei più importanti immobiliaristi di New York. Gli elicotteri privati per gli spostamenti rapidi, dei grandi manager d'azienda, sono d'altronde la norma a New York, ma normalmente devono volare su rotte prestabilite e non possono attraversare il centro di Manhattan, se non con permessi speciali. Da qui i timori iniziali che potesse trattarsi di un attentato di matrice terroristica. Ma l'ipotesi è stata esclusa quasi subito dalle Autorità. La prima cosa importante che voglio dire è che non c'è niente che faccia pensare a un atto terroristico e non c'è alcuna minaccia su new York, basandoci su tutte le informazioni che abbiamo raccolto finora. Rimane il fatto che questo elicottero qui non doveva esserci. Siamo a pochi metri da Times Square, nel cuore di Manhattan. Una zona che sin dagli anni 70 è no fly zone, è vietata al sorvolo degli elicotteri privati, a causa dell'altezza degli edifici talmente alti come quello su cui si è schiantato l'elicottero che, in una giornata di maltempo come questa, non si riesce neanche a intravederne la fine.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.