Omicidio Everard, ergastolo all'agente che la uccise. VIDEO

30 set 2021

Il massimo della pena possibile per Wayne Couzens il poliziotto che la notte del 3 marzo scorso, a Londra, rapì, stuprò e uccise Sarah Everard 33 anni. La corte lo ha condannato all'ergastolo, per aver abusato e approfittato del suo ruolo di agente per costringere la vittima a seguirlo sostenendo che aveva violato le restrizioni anti-covid, prima di violentarla e soffocarla. Il corpo della giovane fu ritrovato, in un bosco, diversi giorni dopo a circa un'ora e mezzo di distanza dalla capitale. La Federazione di polizia d' Inghilterra e Galles commentando la sentenza ha definito Couzens una vergogna assoluta. "Non ci sono parole che esprimano adeguatamente l'orrore per l'omicidio di Sarah, come il resto del paese sono rimasto disgustato da ciò che ho sentito durante il processo e il dolore e la sofferenza sopportato dalla famiglia e dagli amici è davvero inimmaginabile" ha twittato il primo ministro Boris Johnson. L'omicidio Everard ha profondamente scosso il paese e veglie e manifestazioni furono organizzate dopo il ritrovamento del corpo, non solo per il clima di insicurezza crescente che grava sulle donne, soprattutto in una metropoli come Londra, ma anche per la sfiducia maturata nei confronti di Scotland Yard e di chi la guida. A Clapham Common, nel parco del rapimento, si recò anche la futura regina Kate Middleton per rendere omaggio alla vittima. I casi di ergastolo nel Regno Unito sono rarissimi, circa una sessantina, e riguardano tutti criminali efferati.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast