Papa: ira di Dio si scatenerà su paesi che vendono armi

10 giu 2019

Udienza e partecipanti alla riunione delle opere di aiuto alle Chiese orientali e Francesco dice che tante volte pensa all'ira di Dio che si scatenerà contro i responsabili dei Paesi che parlano di pace e vendono le armi per fare le guerre. Questa ipocrisia è un peccato e se sono insensibili i cuori degli uomini non lo è quello di Dio, ferito dall'odio e dalla violenza che si può scatenare tra le sue creature. E Francesco, che rivela di voler andare in Iraq l'anno prossimo, mette in relazione i porti aperti ai mercanti di armi con i porti chiusi per i migranti e accusa: gridano le persone in fuga ammassate sulle navi in cerca di speranza, non sapendo quali porti potranno accoglierli in un'Europa che, però, apre i porti alle imbarcazioni che devono caricare sofisticati e costosi armamenti capaci di produrre devastazioni che non risparmiano nemmeno i bambini.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.