Papa: Vescovo Parigi? Dimissioni causa gossip

06 dic 2021

L'ultimo appuntamento del viaggio del Papa a Cipro e in Grecia è ad Atene, con i giovani, e Francesco li incita a non lasciarsi sedurre dalle sirene del consumismo ma dalla bellezza del Cristianesimo. Poi qui, nell'aereo che lo riporta a Roma, abituale conferenza stampa di Francesco: parla dei temi del viaggio e non solo. Bergoglio parla del settantenne Arcivescovo di Parigi, Michel Aupetit, di cui ha accettato le dimissioni. "Ho dovuto farlo per il chiacchiericcio ma il suo peccato della carne non è il più grave". "C'è il pericolo, dice, è stato condannato! Ma chi lo ha condannato? Eh, l'opinione pubblica, il chiacchiericcio. Ma cosa ha fatto? Non sappiamo.. qualcosa. E voi non saprete perché. Perché è stata una mancanza di lui, una mancanza contro al sesto comandamento, ma non totale, ma.. le piccole carezze, i massaggi che lui faceva alla segretaria. Così sta l'accusa. Questo è peccato. Ma non è dei peccati più gravi, eh". Il Papa annuncia che presto potrebbe incontrare il Patriarca ortodosso di Russia, Kirill. Sarebbe la prima volta: avvenimento storico. "Potrebbe avvenire in Finlandia ma sono pronto ad andare a Mosca o ovunque". Poi parla della democrazia che è in pericolo a causa di populismi e governi sovranazionali e del documento che suggeriva ai funzionari della Commissione Europea di non utilizzare la parola Natale perché divisiva e di optare invece per un termine neutro. "È un anacronismo questo. Questo, nella storia, tanti.. tante dittature hanno cercato di farlo. Pensa Napoleone. Da lì. Pensa la dittatura nazista, la comunista. È una moda, una laicità annacquata. Acqua distillata".

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA