Parigi, vignette satiriche su Maometto: decapitato prof

17 ott 2020

Ha urlato Allah Akbar e poi l'ha ucciso con un coltello. La vittima è un professore di storia e geografia, che nei giorni scorsi aveva mostrato in una classe del suo liceo, alla periferia di Parigi, le vignette satiriche di Maometto durante un corso sulla libertà di espressione, è stato decapitato davanti alla scuola dove insegnava da un diciottenne di origini cecena, nato a Mosca. A 3 settimane dall'attentato davanti all'ex redazione di Charlie Hebdo, la Francia, ripiomba nell'incubo terrorismo, l'aggressore indossava un giubbotto esplosivo e con il coltello ancora in mano ha minacciato gli agenti di polizia, che, dopo avergli intimato inutilmente fermarsi, gli hanno sparato. Ma prima di essere ucciso ha fatto in tempo a pubblicare su Twitter una foto dell' omicidio con una frase in cui rivendicava il delitto come una punizione al professore per aver osato offendere Maometto. Già durante gli scorsi giorni alcuni genitori di studenti si erano lamentati con la scuola per la lezione tenuta in classe dal professore. Il presidente Emmanuel Macron ha parlato di un chiaro attentato terrorista islamico, Charlie Hebdo ha espresso il suo orrore e sdegno per l'assassinio di un insegnante da parte di un fanatico religioso. Quattro persone, fra cui un minore, sono state fermate dalla polizia, sarebbero legate alla cerchia familiare dell'aggressore ucciso.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.