Patrick Zaki a processo, rischia 5 anni di carcere

14 set 2021

19 mesi di carcerazione preventiva, 5 minuti di udienza e del destino di Patrick Zaki se ne riparla il 28 settembre. È stato evitato lo scenario peggiore, spiega il portavoce di Amnesty International, Riccardo Noury, perché per la prima volta dal suo controverso arresto, Patrick è stato finalmente visto in un'aula di tribunale, quello di Mansoura, sua città natale, a circa 130 km dal Cairo ed è stata evitata, quella che sarebbe potuta essere, una condanna immediata ed inappellabile. Ma non solo. Le accuse che gli sono state rivolte: diffusione di notizie false all'interno e all'esterno dell'Egitto, prevedono una pena massima di 5 anni, accuse più lievi, rispetto a quella iniziale di incitamento alla sovversione dello Stato, per la quale rischiava fino a 25 anni di carcere. Sono stato detenuto troppo a lungo, avrebbe detto lo studente dell'Università di Bologna al Giudice, parlando ammanettato dalla gabbia dove vengono costruiti i detenuti. Una tesi sostenuta anche dal suo legale, che ne ha chiesto il rilascio e l'accesso al dossier che lo riguarda. Intanto non è chiaro se questa possibile svolta, sia frutto delle pressioni diplomatiche italiane ed internazionali. Di certo, gli attivisti hanno da subito bollato come ipocrita, l'iniziativa a favore dei diritti umani, annunciata da Al Sisi, dopo il suo incontro con Joe Biden.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast