Pistola Baldwin usata poco prima con proiettili veri

26 ott 2021

Cominciano a delinearsi i contorni della tragedia accaduta sul set del film "The Rust" dove è stata uccisa Halyna Hutchins, direttrice della fotografia, e ferito il regista della pellicola Joel Souza. Nuovi dettagli che sono stati riportati dal sito di spettacolo "The Wrap" metterebbero in luce negligenze che avrebbero determinato il drammatico epilogo. Secondo quanto riportato alcune pistole di scena, inclusa quella che ha ucciso la direttrice, erano state utilizzate poco prima per sparare alle lattine di birra con munizioni vere, senza un motivo preciso, ma solo per passare il tempo, come ha riferito la fonte. Ad usarle sarebbero stati alcuni membri della troupe per le riprese di scena. Le indiscrezioni contrasterebbero con quanto riferito dal primo assistente alla regia David Halls che ha sempre ripetuto che la pistola non era mai stata caricata. Intanto emergono altri dettagli. Proprio Dave Halls era stato licenziato da una precedente produzione a causa di un incidente con un'arma da fuoco che aveva ferito non gravemente un membro della troupe. Al vaglio degli inquirenti c'è anche la posizione dell'armiere, Hannah Gutierrez Reed, poco più che ventenne. Una ragazza spericolata, viene descritta, e anche poco esperta, che in passato su un set mise una pistola in mano ad un'attrice di soli 11 anni senza controlli, tanto che la troupe di "Rust" aveva notato la sua scarsa cautela nel maneggiare le armi. Alec Baldwin stava provando la scena quando è partito il colpo fatale. La tragedia in pochi secondi: il proiettile partito ha colpito Hutchins al petto e poi Souza alla clavicola. La donna si è accasciata al suolo. Subito soccorsa, per lei, non c'è stato nulla da fare.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast