Polonia, parlamento approva muro anti migranti

29 ott 2021

In parte la barriera già esiste, sono tre mesi infatti che la Polonia si è messa al lavoro per costruire un ostacolo fisico lungo il proprio confine con la Bielorussia che impedisca ai migranti di passare. Ora è arrivato anche l'ok ufficiale nel Parlamento polacco che ha approvato la costruzione del muro per un costo di oltre 350 milioni di euro. È questo il risultato dell'afflusso di migranti, perlopiù iracheni e afghani, che incoraggiati dalla Bielorussia e spinti fino al confine dai soldati di Minsk tentano di attraversare la frontiera per entrare in territorio europeo, in Polonia o in Lituania. Se ce la fanno, nella maggior parte dei casi vengono rimandati indietro dai soldati polacchi che hanno l'ordine di non sentire ragioni, di non ascoltare chi chiede asilo e di respingere chiunque lasciandolo in territorio bielorusso senza riparo. Ma la soluzione definitiva in questa parte di mondo come moltissime altre e quella della costruzione di una barriera fisica che blocchi gli esseri umani. 10 paesi europei nelle settimane scorse hanno chiesto a Bruxelles di finanziare la costruzione di questi muri. L'UE ha risposto di no, ma ha precisato che se un Governo vuole costruire una barriera per fermare I migranti nessuno può impedirglielo. E così aumentano i confini europei protetti da muraglie, come una ricca fortezza cui non si deve provare ad accedere. Ci sono muri tra Grecia e Turchia, tra Ungheria e Serbia, nelle spagnole Ceuta e Melilla col Marocco e ora in Polonia e Lituania al confine con la Bielorussia. Al resto ci pensa il mare, che ha ucciso in silenzio migliaia di persone in fuga.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast