Premier Olanda Rutte minacciato, arrestato leader di partito

29 set 2021

Qualcuno lo vuole morto, forse la mafia marocchina, forse addirittura un altro leader politico. Questa la paura dei servizi di sicurezza olandesi per il premier Mark Rutte. Domenica è stato arrestato e poi rilasciato Arnoud van Doorn, leader del piccolo Partito dell'Unità. L'uomo è un ex esponente dell'estrema destra di Geert Wilders, omofoba e anti islamica, che però poi si è convertito all'islam, cambiando militanza politica. van Doorn è stato fermato nell'area in cui si muoveva lo stesso premier Rutte ed è stato accusato di comportamento sospetto. Secondo gli inquirenti stava raccogliendo informazioni per un futuro attentato al Capo del Governo, ora dimissionario. La scarcerazione è avvenuta dopo 24 ore. La difesa ha accusato la polizia di aver agito senza giustificazione e per eccesso di paura per la sicurezza di Rutte, cui sono state comunque rafforzate le misure di protezione. I timori e le indagini degli investigatori sono il frutto di una serie di omicidi e violenze avvenuti negli ultimi tempi in Olanda. Un giornalista ed un avvocato sono stati uccisi dalla criminalità organizzata legata alla mafia marocchina, e nel processo in corso contro l'organizzazione, sono emerse anche minacce dirette allo Stato.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast