Razzo Cina, impatto nell'oceano indiano. VIDEO

09 mag 2021

Caduto nell' Oceano Indiano, il razzo cinese non ha toccato l'Italia. Le preoccupazioni si erano dissolte in effetti già qualche giorno fa ma la sua marcia è stata monitorata attentamente. Il tavolo tecnico del Dipartimento della Protezione Civile ha seguito attimo per attimo il rientro, grazie ai dati forniti costantemente dall'Agenzia Spaziale Italiana. Buona parte del relitto di 18 tonnellate si è disintegrato al contatto con l'atmosfera. Alcuni frammenti, come spiegato dall'agenzia spaziale cinese, sono caduti a 72,47 gradi di longitudine est e 2,65 gradi di latitudine nord, vicino alle Maldive. Nessuna conseguenza dunque per l'Italia che è stata solo salutata dal razzo cinese, che ha sorvolato sia la Sardegna che la Calabria, prima di spostarsi verso est ma senza alcun rischio. Il razzo "Lunga Marcia" è decollato il 29 aprile per portare in orbita il primo elemento della stazione spaziale, lo scopo era quello di portare nello spazio il modulo centrale della futura stazione spaziale cinese. Nei giorni scorsi diverse polemiche, proprio per la marcia degli eventuali detriti. Dalla Cina però l'invito alla calma: "É altamente improbabile che si verifichino dei danni, si disintegrerà a contatto con l'atmosfera". La Cina del resto, negli ultimi anni, ha investito diversi miliardi di dollari nel suo programma spaziale, in vista di un programma più che ambizioso: costruire una base sulla Luna, insieme alla Russia.

pubblicità
pubblicità