Sale il numero di vittime di Dorian alle Bahamas

07 set 2019

Continuano senza sosta le operazioni di ricerca dei sopravvissuti sepolti sotto le macerie lasciate dal passaggio di Dorian, l'uragano rimasto sulle Bahamas almeno 40 ore, un tempo infinito con venti oltre 300 chilometri orari e piogge torrenziali. Ha lasciato dietro di sé un numero di vittime, destinato inesorabilmente a salire perché sono centinaia se non migliaia le persone che ancora mancano all'appello, è una devastazione che, ha avvertito il primo ministro Hubert Minnis, durerà per generazioni. "è irreale" non fa che ripetere quest'uomo che si aggira tra le macerie del suo quartiere, nella piccola cittadina costiera di High Rock, Ps su Grand Bahama, mentre Marsh Harbor, la principale città delle isole Abaco è distrutta al 60% l'aereoporto è completamente allagato, l'intera area è allagata. Qui non c'è più niente. La disperazione tra la gente cresce, i soccorsi faticano ad arrivare e in centinaia tentano di andare via. "I got my two boys, my wife and I" Ho soltanto la mia famiglia e nulla altro dice quest'uomo. "Now there no more shine,no more" "Nothing?" "Nothing". Marsh Harbor non esiste più, aggiunge Nicole, intanto il primo ministro rassicura "altre navi arriveranno, altri aerei per portare via chi davvero non ha più un posto dove vivere e nemmeno un motivo per restare.

pubblicità