Sale protesta internazionale contro invasione turca in Siria

12 ott 2019

La mobilitazione internazionale ha un nome: "Rise Up For Rojava" che chiama la protesta in piazza. la Regione siriana, abitata dai curdi che hanno sconfitto l'Isis ed ora invasa dall'esercito turco che invece chiama terroristi i miliziani curdo-siriani, cerca anche attraverso la rete quella solidarietà che inizia a farsi sentire nelle piazze europee, Italia compresa. Da Torino a Milano da Padova a Roma a Firenze, proteste contro l'offensiva militare voluta da Recep Tayyip Erdoğan, che ora si trova però in polemica con un Donald Trump, che prima ha fatto ritirare le truppe americane dalle zone bombardate da Ankara ma non da Kobane dove i turchi hanno rischiato lo scontro a fuoco con i militari statunitensi ed ora chiede al suo omologo di fermare la guerra. avanti nonostante le minacce, però, la replica del presidente turco e dunque Washington si unisce a Bruxelles sull'ipotesi di sanzioni contro Ankara mentre monta la preoccupazione sui foreign fighter. Queste immagini si riferiscono al tentativo di fuga di miliziani dell'Isis da un carcere siriano, controllato dai curdi dopo che questa è finito nel mirino di bombardieri turchi. Intanto, mentre Erdogan minaccia di mandare in Europa i 3,6 milioni di rifugiati che finora ha ospitato a fronte di 15 miliardi di euro da Bruxelles, nello scacchiere europeo la pressione sul Presidente turco è arrivata dall'Olanda e dai Paesi Scandinavi, dai Paesi Bassi, Norvegia e Finlandia, hanno annunciato di aver sospeso la vendita di armi alla Turchia il Ministro degli Esteri svedese ha spiegato che Stoccolma chiederà l'introduzione di un embargo UE alla vendita di armi alla Turchia nella riunione dei ministri degli esteri europei in programma lunedì. La Germania ha annunciato che non concederà nuove autorizzazioni per gli armamenti verso Ankara ed anche l'Italia valuta la sospensione delle forniture militari alla Turchia.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.