Save the Children e il rapporto "Piccoli schiavi invisibili"

29 lug 2020

Il coronavirus non ha fermato le violenze sessuali. Al contrario, la crisi ha spostato lo sfruttamento di minori dalle strade all'interno delle case. È quanto emerge dalla decima edizione del rapporto di Save the children, Piccoli schiavi invisibili, pubblicato alla vigilia della Giornata internazionale contro la tratta degli esseri umani. Nel mondo sarebbero oltre 40 milioni le vittime di tratta o sfruttamento, di fatto costrette in condizioni di schiavitù, e di queste 10 milioni avrebbero meno di 18 anni. Il rapporto fotografa anche la situazione nel nostro Paese. Gli operatori del progetto Vie d'uscita di Save The Children, hanno intercettato nei soli primi sei mesi del 2020, in sei regioni d'Italia, 1000 nuove vittime circa sia in strada che online. È proprio in rete che i gruppi criminali dediti allo sfruttamento hanno cercato di ripiegare nei mesi di lockdown, durante i quali c'è stato un aumento non solo nella richiesta di servizi erotici online, ma anche di un altro fenomeno raccapricciante che vede sempre i minori come vittime, le torture inflitte loro per la realizzazione e la commercializzazione di materiale pedopornografico. L'emergenza Covid-19 ha reso le vittime ancora più isolate e difficili da raggiungere, il lockdown ha limitato gli spostamenti e la possibilità di chiedere aiuto. La chiusura delle scuole per molti l'unica occasione di procurarsi un pasto quotidiano, ha spinto tantissimi bambini in strada alla ricerca di cibo, esposti ora più che mai al rischio di diventare vittime del traffico. In Italia le giovani, in gran parte di origine nigeriana e dei Paesi dell'Est Europa, sono state costrette a prostituirsi, nell'assoluta mancanza di misure di protezione individuale. A ciò si aggiunge un'altra seria problematica, la chiusura di molte attività, tra cui alberghi e ristoranti dove molte ragazze avevano trovato non solo un lavoro, ma anche la forza di guardare al futuro dopo anni di sottomissione. Adesso il timore più grande è che chi ha avuto il coraggio di uscirne possa cadere nuovamente nella trappola dello sfruttamento.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast