Sigarette elettroniche, 5 le vittime negli usa

07 set 2019

Dovevano essere l'alternativa innocua alle sigarette tradizionali, invece ora le sigarette elettroniche iniziano a rivelarsi anch'esse, pericolose e dannose per la salute. E' salito ad almeno cinque il numero dei morti negli Stati Uniti per insufficienza respiratoria probabilmente legata al loro utilizzo. Lo hanno riferito le autorità sanitarie, rendendo noto anche il numero di pazienti con gravi difficoltà respiratorie tra gli svapatori, ossia i fumatori delle e-cigarette. I casi sarebbero 450 in 33 stati. i medici si mantengono comunque molto cauti e sottolineano di non aver ancora individuato una particolare sostanza responsabile degli specifici danni ai polmoni. Le ultime due vittime in California e Minnesota, avevano 55 e 65 anni, ma sono moltissimi i casi di giovani svapatori finiti in ospedale in gravissime condizioni. Come Piper Johnson, diciottenne dell'Illinois, ora ricoverata per un'infezione polmonare. La madre racconta che mentre la portava a scuola in macchina la ragazza ha iniziato a tossire e a lamentarsi per il forte dolore, mentre cercava di respirare. La diagnosi è stata: gravissima polmonite diffusa. In lacrime il padre di Piper che chiede regole severe per tutelare i ragazzi attratti dai diversi aromi. "Spero che quando mio figlio" dice l'uomo "che ora va in terza elementare arriverà in prima media, questa roba sia sparita dalla circolazione". fiato corto, crisi respiratoria, diarrea, vertigini e vomito questi i sintomi, poi gli esami mostrano i polmoni, colpiti da un'infezione molto aggressiva, di cui i medici non conoscono l'origine. Come quella che ha colpito Adam anche lui diciott'anni, che ora ammette: "non pensavo che quella piccola capsula potesse fare così tanti danni al mio corpo".

pubblicità