Siria, iniziata offensiva turca a Manbij

14 ott 2019

All'ospedale di Tall Tamer, cittadina nel nord della Siria oggetto dei bombardamenti dell'aviazione turca, i feriti continuano ad arrivare a dozzine e col passare delle ore si aggiorna la conta dei morti anche tra i civili. Tall Tamer è un centro la cui popolazione è in predominanza cristiana, finito negli ultimi anni nelle mani dello Stato islamico e riconquistato dai curdi. Proprio qui nelle ultime ore è giunto l'esercito di Bashar al-Assad, con i quali i curdi, sotto la supervisione russa, hanno raggiunto accordi in chiave antiturca. Le forze governative hanno varcato nelle ultime 24 ore l'Eufrate e sono passate nelle vicinanze di Raqqa, un tempo roccaforte dell'Isis, liberata dai curdi, dirigendosi a nord verso il confine turco e in particolar modo verso Kobane, città simbolo della resistenza curda. Ma anche di questo aspetto, così come dell'embargo europeo alle armi, il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan non sembra preoccuparsi, a dimostrazione di come non solo la Turchia, ma anche Russia e Iran stiano ragionando sul Paese in termini di aree d'influenza. Poco dopo questa dichiarazione, i fatti: l'offensiva su Manbij è iniziata. Il Sultano di Ankara è determinato a portare avanti l'operazione “Sorgente di pace”, come dimostrano anche le immagini dei droni della difesa turca. Anzi, l'area di azione sembra estendersi col passare dei giorni ed ora è fissata in 35 Km di profondità nel territorio siriano lungo 200 Km di confine. Intanto dalla cittadina turca di Ceylanpınar si vedono e odono chiaramente le esplosioni sulla vicina città siriana di Ras Al Ain, altra zona colpita a ripetizione dei bombardamenti. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha denunciato che nell'area degli scontri ci sarebbero 200 mila profughi e 1 milione e mezzo di persone che avrebbero bisogno di assistenza sanitaria.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.