Sisma Egeo, danni e vittime in Turchia e Grecia

31 ott 2020

Il lavoro dei soccorritori è scandito dagli applausi. Smirne, in Turchia è la città più colpita dal terremoto, crolli con persone rimaste sotto le macerie. È la Turchia a pagare in termini di vittime il prezzo più alto al sisma. L'epicentro della scossa di ieri pomeriggio con magnitudo 6,6 della scala Richter è stato tuttavia localizzato qualche chilometro a Nord, al largo dell'isola di Samo in Grecia. Qui si sono registrate vittime e danni alle abitazioni e un mini tsunami con onde di circa un metro, che hanno inondato le strade e travolto i negozi. In Turchia sono decine gli edifici crollati ed è in atto una corsa contro il tempo per salvare altre vite. La tragedia ha avuto l'effetto di sospendere le tensioni tra Turchia e Grecia. Le recenti minacce causate dalla gestione dei giacimenti di gas nel Mediterraneo ha lasciato spazio a messaggi di distensione. Il premier turco Erdogan e l'omologo Mitsotakis si sono sentiti e si sono promessi un reciproco aiuto.

pubblicità