Storica visita del presidente cinese Xi in Nord Corea

21 giu 2019

In tempi di grande tensione l'incrollabile amicizia tra i nostri due popoli rappresenta un elemento di stabilità e di garanzia per la pace. Recita così il lungo comunicato ufficiale pubblicato stamane dall'Agenzia nordcoreana KCNA e ripreso dall'Agenzia cinese Xinhua. La visita di Xi Jinping a Pyongyang, la prima di un Presidente cinese dal 2014, è iniziata ieri con un'accoglienza trionfale all'aeroporto con oltre 250.000 persone nelle strade per accogliere il Presidente cinese e sta proseguendo tra vari eventi pubblici e una serie di colloqui privati. Il primo è avvenuto ieri, seguito da una cena di gala offerta dal leader Kim Jong-un, e alla quale, oltre alla moglie, ha partecipato anche la sorella, Kim Yo Jong, che secondo i media occidentali era stata allontanata, alcuni sostenevano addirittura giustiziata, dopo il fallito vertice di Hanoi con il Presidente USA Donald Trump. Il secondo incontro è avvenuto, invece, stamane, prima della visita ufficiale al Mausoleo che ospita i corpi mummificati del fondatore della patria e nonno dell'attuale leader, Kim Il-sung, e del figlio, Kim Jong-il. La Cina, come è noto, ha appoggiato le ultime risoluzioni ONU contro la Corea del Nord, ma allo stesso tempo insiste affinché la soluzione della crisi avvenga per fasi successive. Nonostante il fallimento dell'ultimo vertice Pyongyang non ha ripreso i testi balistici e secondo la Cina questo dimostrerebbe non solo le buone intenzioni di Pyongyang, ma anche la necessità che gli USA, i loro alleati, procedono a un graduale allentamento delle sanzioni.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.