Strage in Texas, almeno 20 morti da Walmart

04 ago 2019

Eravamo alla cassa, aspettavamo di pagare, quando abbiamo visto degli uomini correre e sparare. Erano tre o forse quattro, ed erano vestiti di nero. I racconti di chi ha assistito alla strage nel Walmart di El Paso in Texas, si moltiplicano, ma la dinamica non è chiara. C'è chi dice di avere sentito gli spari, ma di aver visto una sola persona esplodere colpi e chi parla di più uomini. Quel che è certo è che alle 11 di un sabato mattina ad inizio agosto, il centro commerciale della nota catena americana era gremito di persone. Quest'uomo, con una maglietta nera a maniche corte, pantaloni chiari, occhiali e cuffie è entrato con un fucile automatico, pronto a fare fuoco. La foto diffusa dal canale KTSM è stata scattata all'ingresso. Secondo fonti della polizia si tratterebbe di un ventunenne suprematista. L'intera area del cielo, vista mall è stata isolata e setacciata. I clienti hanno lasciato il supermercato sotto lo sguardo vigile degli agenti. Il portavoce del Dipartimento di Polizia di El Paso annuncia che ci sono diverse vittime e numerosi feriti e che è stato fermato solo un presunto autore della strage. Ma intanto le indagini e le ricerche proseguono e si allargano a tutta l'area.

pubblicità