Tempesta polare in Usa, 20 morti

17 feb 2021

Vittime e feriti, 5 milioni di persone senza luce e una vera e propria crisi energetica nello stato che da solo provvede al 40% del petrolio di tutti gli Stati Uniti, dall'Oregon al midwest fino a posti dove la neve è già una notizia e simili temperature non si ricordano se non negli archivi, una tempesta artica sta mettendo in ginocchio 200 milioni di americani, 19 gradi sotto zero a Dallas, Texas, dove il Presidente Biden ha dichiarato l'emergenza e la rete elettrica non è riuscita a star dietro all'incredibile aumento della domanda di energia, stabilimenti industriali e raffinerie ferme, petrolio e gas ai massimi da oltre un anno. È lo Stato che paga il dazio più pesante, una donna e una bambina morte per le esalazioni di monossido dell'auto che avevano lasciato acceso in garage per scaldarsi, un senzatetto trovato senza vita sotto un ponte, una anziana e 3 nipoti deceduti nell'incendio della casa che avevano cercato di scaldare chissà come, in Tennessee un bambino di 10 anni non è sopravvissuto dopo essere scivolato in un lago ghiacciato, altre 3 vittime e 10 feriti in North Carolina per un tornado. Le autorità chiedono alla popolazione di restare in casa e non mettersi alla guida perché le strade sono impercorribili e nei tamponamenti sono rimaste uccise almeno 10 persone, nei principali aeroporti si preparano centinaia di cancellazioni, la tempesta polare che sta puntando sulla costa orientale, Washington, Filadelfia, New York e Boston, andrà avanti almeno per altri due giorni, rallentando anche la distribuzione dei vaccini anti Covid.

pubblicità
pubblicità